Reading

Le skills sotto esame: READING

Si parla spesso di skills, o abilità, della lingua. Si dà per scontato che tutti sappiamo esattamente quali sono, come svilupparle e dove migliorare. Ma è davvero così? In questa serie di quattro articoli metteremo le skills sotto esame.

Quali sono le principali difficoltà? Quali i consigli per migliorare e crescere nell’apprendimento di una lingua straniera? Ognuno dei quattro articoli che seguiranno prenderà in esame queste domande e offrirà una visione d’insieme dell’abilità vista al microscopio.

Come prima skill abbiamo esaminato il listening.

Oggi ci concentreremo sul reading.

Cosa è il reading

Non pensiamo al reading come alla sola e semplice lettura. Per reading si intende anche comprensione del testo. La lettura è per molti il metodo più efficace per vedere la lingua in azione, ampliare il proprio vocabolario e sviluppare le proprie capacità.

Leggere significa imparare, comprendere, non solo quindi quello che viene scritto ma anche come è stato scritto. Si assimilano le regole grammaticali, si riconoscono i tempi verbali e si amplia il proprio archivio di vocaboli.

Le difficoltà del reading

In questo caso, le difficoltà sono solo due, ma esistono sia sul piano generale e che nel particolare.

  • Comprendere il senso d’insieme del testo in lettura – Capita a volte di riconoscere le singole parole e i loro significati, ma di non riuscire a connetterle, perdendo la traduzione delle frasi e quindi del testo in generale. Come si può aggirare l’ostacolo? Paradossalmente, il segreto sta nel leggere ancora di più. Questa difficoltà sorge nella maggior parte dei casi con le frasi idiomatiche, le citazioni o i proverbi.
  • Vocabolario sconosciuto – È difficile continuare una lettura quando ogni parola su tre che incontriamo è sconosciuta o dimenticata. In questo caso, bisogna resistere alla tentazione di tenere il vocabolario a portata di mano. Fermarsi ad ogni parola significa dover rileggere le stesse frasi più e più volte, con il risultato di una lettura ripetitiva, non produttiva e per nulla incoraggiante. Quindi, la prima cosa da fare quando si incontra questa difficoltà è leggere la porzione di testo per intero, cercando di capire il senso generale e il significato delle parole dal contesto nel quale si trovano. In una seconda lettura si potranno isolare le singole parole che non si capiscono nemmeno dal contesto. Una volta chiarite anche queste, servirà un’ultima lettura, volta al consolidamento di tutti i vocaboli e la comprensione completa del testo.

I consigli

Ci sono moltissimi consigli che basta mettere in pratica per migliorare le proprie abilità nel reading. Vediamoli insieme uno ad uno:

  • Leggere a mente – non ad alta voce, perché fa concentrarsi troppo sulla pronuncia (e quella è una difficoltà dello speaking!). Leggere a mente permette di essere più veloci e scorrevoli. Il cervello si abitua alle nuove parole e le assimila più rapidamente di quanto non lo faremmo noi consciamente.
  • Isolare le parole chiave – piuttosto che cercare il significato di ogni singola parola, bisogna essere in grado di isolare le parole chiave.  È intorno a queste che viene costruito il testo; tramite esse, quindi, si possono isolare i concetti principali ed arrivare ad una comprensione completa. Evidenziatori, penne e matite tornano utili in questo caso.
  • Leggere ogni giorno e variare – anche solo poche pagine. Non possiamo dire che ci manchino i mezzi. Nell’era digitale nella quale viviamo, basta avere un accesso a internet per trovare testi in inglese da sfruttare per il nostro obiettivo. In alternativa, basta scegliersi un libro che abbiamo amato in italiano, comprarlo in lingua inglese e tenerlo sempre a portata di mano. Conoscere già la storia aiuterà nella difficoltà e permetterà di isolare la propria attenzione su altri punti, come la costruzione delle frasi o il vocabolario. Resta importante la varietà per cercare di ampliare sempre il proprio vocabolario.
  • Domande guida – aiutano nella comprensione del testo e a restare concentrati durante la lettura.
  • Rileggere sempre – Leggere più volte un testo permette di acquisirne una comprensione più completa. Rileggere le stesse cose in momenti diversi, inoltre, aiuta ad assimilare diversi punti di vista. Quello che avevamo isolato la prima volta può essere ignorato la seconda, per lasciare spazio a nuovi aspetti che altrimenti non avremmo notato. Più volte rileggiamo un testo e più ci diventerà facile riconoscerne particolarità e costruzioni, rendendole parte del nostro bagaglio linguistico, pronti a sfruttarle quando necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.